I nostri battaglioni alpini
a cura di Antonio Cittolin

Dronero

Scheda

Fu costituito, in seno del 2° reggimento alpini, nel 1886 in seguito del cambio di denominazione del Val Maira.
Il reparto inquadrava la 20a,21a,22a e 23a compagnia. Nel 1904 il battaglione alpini Vinadio assunse il nominativo di Dronero con la 16a, 17a, 18a   e 19a compagnia e il battaglione Dronero quella  di Saluzzo.
Nel 1909 cedette al Cividale la 16a compagnia.
Nel 1914 fu mobilitato ricevendo due compagnie di milizia mobile 81a e 101a  che cedette, nel 1916, al «Monte Bicocca».
Il Dronero, nella Grande Guerra, combatté nella Conca di Plezzo e nella zona del Monte  Rombon, sul  Monte Tonale e in Valtellina.
Partecipò alla battaglia di Vittorio Veneto.
Nel 1919 fu impiegato in Albania da dove rientrò nel 1920 passando alle  di pendenze del  1° reggimento alpini.
Nel 1923 rientrò al 2° reggimento alpini con il quale prese parte alle operazioni della 2a Guerra Mondiale sul Fronte Occidentale, Greco-Albanese, in Jugoslavia e in Russia dove giunse con le tradizionali compagnie e con la 105a compagnia armi  accompagnamento.
L'armistizio dell'8 settembre del 1943 trovò il reparto in Alto Adige dove i militari furono aggrediti brutalmente  dalle forze tedesche.
Il Dronero viene disciolto nel 1943.


Nappina: Rossa

Motto: I l'oma fait polissia

 


Dronero